MAGGIO Potentino 2017 | Firefly2017 #noicisiamo #potenzavisibile #tuttisullostessopiano

Potenza si anima con l’iniziativa Maggio Potentino 2017. L’iniziativa nasce per promuovere la città con eventi dislocati in vari punti e luoghi di Potenza. Anche noi della Firefly abbiamo voluto fortemente partecipare per dare il nostro contributo nel valorizzare la nostra amata città. La Firefly metterà a disposizione dei pianoforti dislocati in vari punti della città, precisamente nelle scale mobili di P.zza XVIII Agosto e scala mobile di Via Armellini, da poter cosi dare l’opportunità a tutti di suonare o di avvicinarsi alla musica. L’iniziativa da il nome al progetto “tutti sullo stesso piano”.

La musica è in ognuno di noi, bisogna solo farla esplodere!!! #tuttisullostessopiano

Nel dettaglio

Di seguito l’articolo della Gazzetta del Mezzogiorno con tutti i dettagli:

Un «Maggio potentino» ricco di eventi attende la cittadinanza del capoluogo lucano, un maggio che ruota intorno all’evento degli eventi, legato alle celebrazioni in onore del Patrono San Gerardo, che, come sempre, fondono sacro e profano, fede e tradizioni popolari, con «La storica Parata dei turchi», il 29 maggio, partenza dallo Stadio Viviani /arrivo a Largo Duomo, ore 19, cui seguirà la Veglia, e il giorno 30 la Processione religiosa con partenza dalla Cattedrale e attraversamento delle strade del centro storico, seguita dalla Santa Messa con la solenne concelebrazione eucaristica del Presbiterio cittadino presieduta da Mons. Salvatore Ligorio, ore 17,30. Entra in gioco tutta la città in questo Maggio potentino 2017, con le sue Associazioni, grazie alle quali saranno più di cento gli eventi che si susseguiranno nel corso del mese e si protrarranno nel mese di giugno. La conferenza stampa di presentazione del programma si è tenuta nell’atrio della Scala mobile «Basento», una grande sala con ingresso dal piazzale Mobility Center che, grazie all’ampia vetrata a sud si veste del verde della vicina campagna, in un insolito e gradevole connubio tra natura e tecnologia. «È questo un ambiente poco noto alla città – ha detto Roberto Falotico – ma è destinato a diventare, con i necessari adeguamenti, uno dei luoghi più significati della nostra vita».

La conferenza stampa di presentazione del Cartellone del «Maggio potentino 2017», dunque, si è tenuta ieri in questo luogo inedito con due momenti particolari: uno legato a «Tutti sullo stesso piano», iniziativa di avvicinamento della popolazione alla musica e quindi alla cultura; l’altro, «Le virtù del violino», ha visto protagonista un giovane talento lucano, Simone Spadino Pippa, violinista di 16 anni, un vero prodigio, accompagnato dalla madre pianista, che non solo ha coinvolto i presenti alla conferenza stampa con la sua bravura, ma ha anche voluto segnalarci come, a suo parere, questa regione non sappia apprezzare in pieno i suoi talenti. «Mi auguro che questo Maggio potentino – ha dichiarato Spadino Pippa – sia l’inizio di un nuovo percorso, perché fino ad ora per gli artisti lucani non c’è altra via che quella di lasciare la città e la regione».

Il sindaco Dario De Luca ha aperto la conferenza stampa dando voce alla soddisfazione dell’Amministrazione comunale per la grande partecipazione del tessuto associativo locale. «Già nello scorso anno – ha detto De Luca – la città ha dimostrato grande partecipazione, quest’anno si riconferma l’impegno comune. Grazie all’Assessorato alla Cultura abbiamo messo in piedi un cartellone ricco, se la città partecipa con tanto entusiasmo è un vantaggio per tutta la comunità».

L’assessore Falotico ha fatto cenno in sintesi al programma che è possibile consultare sul sito del Comune, ringraziando tutte le Associazioni per l’impegno organizzativo profuso. «Che la città partecipi – ha detto Falotico – è un grande segnale di amore per la città, tuttavia ancora qualcosa deve cambiare. In un libro del giornalista Sergio Ragone, #Potenzavisibile, mi ha colpito che una giovane turista francese si sia espressa con grande ammirazione nei confronti della nostra città, in particolare del suo centro storico, mentre critiche e riserve sono venute da qualche Potentino. Oggi tuttavia è una giornata di coesione, come dimostra la grande partecipazione dei rappresentanti delle Associazioni a questa presentazione, quasi un evento di apertura del Maggio potentino. Solo grazie ai suoi cittadini, del resto, vista la condizione di dissesto del Comune, è possibile tutto questo. Non posso che ringraziare tutti, né posso citare a uno a uno i protagonisti del Maggio, che animeranno i luoghi più diversi della città, dalle vinerie alle librerie alle sedi delle Associazioni, dalle scuole e dall’Auditorium «Carlo Gesualdo da Venosa» al teatro F. Stabile, dalla Sala del Campanile di Palazzo Loffredo alla Hall Grande Albergo, dal museo Adamesteanu al museo Provinciale, dal Chiostro di San Michele, con gli echi del teatro, a Piazza Matteotti, vestita a festa con tanti fiori.

(fonte: Gazzetta del Mezzogiorno)

La nostra iniziativa: #tuttisullostessopiano

Il programma nel dettaglio qui: PotenzaNews